Il gioco è riservato ai maggiorenni e può causare ludopatia. Consulta le probabilità di vittoria sul sito del Concessionario o su AAMS.

10 consigli per muovere i primi passi nel poker online

Hai finalmente deciso anche tu di giocare a poker online, e di provare l’emozione di sfidare a distanza altri giocatori in carne ed ossa?

FANTASTICO!

Diamo anche a te il benvenuto nella grande comunità di giocatori di poker online in Italia!

Prima di iniziare però, prenditi qualche minuto e leggi questa pagina: ti sarà utile per muovere i tuoi primi passi nel vasto mondo del poker online.

Introduzione al Poker Online

Per ottenere il meglio dal poker online, è bene conoscere alcuni aspetti di base, oltre che del gioco in sè, specifici del mondo del poker online.

Grazie ai 10 semplici consigli presenti in questa pagina, sarà più facile trovare la tua esperienza nel poker online gratificante e molto più divertente.

Primo consiglio: iniziate a giocare con soldi finti

Soldi finti

Il primissimo consiglio che si possa dare a qualcuno che vuole cominciare a giocare a poker online, è di non strafare. Se siete abituati alle partite di poker tra amici, beh, sappiate che online è diverso; è come sedersi a un tavolo dove sono tutti sconosciuti: potrebbe esserci il pollo così come il campione regionale.

Perciò, almeno all’inizio, e specie se non avete confidenza con il gioco che affronterete, giocate le prime partite a poker con soldi finti, o con denaro virtuale.

Esercitatevi gratis per qualche giorno senza rischiare nulla, prima di effettuare un deposito.

Secondo consiglio: giocate i freeroll per costruire il vostro bankroll

Freeroll

Freeroll sono tornei di poker con ingresso gratuito, ma con premi in denaro vero.

È così: su quasi tutte le poker room potete trovare tornei dove è possibile vincere soldi veri, oppure un ingresso ad un torneo con un montepremi (di solito più alto) in denaro vero, senza spendere un centesimo.

Giocate questi tornei freeroll per costruire il vostro bankroll, ovvero l’ammontare in denaro del vostro conto gioco, da spendere per partecipare a tornei più importanti.

Certo, dovrete vedervela con centinaia, quando non migliaia, di avversari con il vostro stesso scopo, ma se non altro farete esperienza senza intaccare il portafoglio.

Terzo consiglio: imparate il vocabolario del poker online

I termini del poker

Abbiamo già introdotto due vocaboli forse sconosciuti: Freeroll e Bankroll.

Ci sono però numerosi termini tecnici e non, tra cui destreggiarsi quando si gioca al poker online: si va dalle variabili di gioco disponibili (Freezeout, MTT) alle abbreviazioni da chat (Vnh, Ty), passando per definizioni di mani e punti (Full, Nuts) fino ai concetti teorici (odds, range, stack).

Per conoscere il significato di tutte le sigle, abbreviazioni e termini tecnici, e per evitare il rischio di trovarti seduto ad un tavolo dove si gioca in maniera diversa da quella che credevi, consulta il vocabolario del poker online.

Quarto consiglio: studiate le teorie e le strategie applicabili nel poker

Studio del poker

Il poker non è, come alcuni erroneamente ritengono, un gioco d’azzardo: se fosse così, infatti, non si spiegherebbe come mai alle finali delle WSOP, i campionati più importanti del mondo, partecipino e vincano le stesse persone per più anni di fila.

Si tratta invece di un gioco di abilità, e per la precisione di un gioco di abilità basato su informazioni incomplete.

Padroneggiare i concetti principali, e capire fino in fondo le regole delle varie specialità di poker in cui ci si vuole cimentare, è fondamentale per giocare con la piena consapevolezza di ciò che succede ai tavoli.

Diventa quindi importantissimo studiare la teoria del poker, per poter applicare con successo le tattiche e strategie di gioco basilari e, a maggior ragione, le strategie più avanzate.

Non dimenticate poi che sono stati scritti tantissimi libri sul poker: la lettura dei manuali è una risorsa importantissima per migliorare.

Quinto consiglio: scegliete una poker room adatta a voi

Poker Room

Ce ne sono tante, ma le poker room non sono tutte uguali.
E allora, come scegliere la poker room dove iniziare a giocare?

Prima di tutto, se giocate in Italia, affidatevi esclusivamente a Poker Room autorizzate AAMS, che abbiano un sito con l’estensione punto .it.

Tutte le poker room presenti in questo sito sono regolarmente in possesso dell’autorizzazione AAMS.

Le poker room autorizzate infatti devono garantire al Monopolio di Stato la massima sicurezza nel software di gioco e nella gestione dei conti, in questo modo sarete sicuri al 100% che i risultati non vengano pilotati, che la distribuzione delle carte sia assolutamente casuale e che i vostri depositi in denaro siano in mani sicure.

Molte poker room poi offrono dei bonus di iscrizione, che permettono ai nuovi utenti di ottenere gratuitamente una ricarica di un certo importo, spesso centinaia di euro, dopo aver giocato alcune partite successivamente al primo deposito effettuato.

Utillizzate la nostra classifica delle poker room per confrontare agevolmente le offerte, o consultate le recensioni per scoprire le caratteristiche delle varie sale da poker.

Preferite la poker room che vi offre i bonus di benvenuto maggiori, e non dimenticate che alcune poker room permettono di ottenere bonus anche in altro modo (per esempio, PokerStars regala soldi spendibili in qualsiasi torneo a chi completa correttamente i quiz del suo centro di formazione IntelliPoker).

Scegliete inoltre le poker room che danno la possibilità di giocare più tornei freeroll con montepremi garantito, oppure con in palio ticket di partecipazione a tornei con premi in denaro vero (il perché l’abbiamo scritto nel secondo consiglio).

Infine, leggete attentamente il contratto da firmare al momento dell’iscrizione, del primo deposito o del servizio che vi permette di ritirare il denaro vinto.

Seguire questo consiglio sarebbe scontato ogni volta che ci si trova a firmare qualcosa, specialmente un contratto, e vale ovviamente anche per il poker online.

Sesto consiglio: i tavoli gratis sono diversi da quelli a soldi veri, partite bassi

Soldi veri

Quando vi sarete abituati a giocare a soldi finti, e vi sentite pronti per affrontare finalmente un sit and go oppure un torneo a soldi veri

fate molta attenzione, perché di norma il tipo di gioco nei tornei o sit and go dove il buy-in si paga in Euro, è profondamente diverso da quelli con ingresso gratuito.

L’effetto tende ad essere più marcato con l’aumentare del costo del buy-in, ma basta la soglia minima (1 euro), per far sì che la maggior parte dei giocatori giochi in modo più oculato, e non si avventuri in mani “suicide” una volta ogni due o tre.

Vi conviene in ogni caso cominciare dai micro-livelli (tornei e sit and go con buy-in di 1 euro o meno), e di evitare livelli più alti finché non vincerete con regolarità ai livelli più bassi.
Eventualmente, tornate ad un livello inferiore se, giocando con buy-in maggiori, non riuscite più a vincere.

I premi dei tornei più costosi fanno gola, è vero, ma quasi mai basta la fortuna, da sola, per vincere: se avete appena cominciato, ricordate che difficilmente ad un tavolo da 10 o 20 euro troverete qualcuno meno bravo di voi.

Settimo consiglio: trovate la modalità di gioco che fa per voi

Stili di poker

Prima di tutto, dovrete scegliere a quale specialità di poker volete giocare. Il poker Texas Hold’Em è la variante più famosa, è facile da imparare ma difficile da padroneggiare, e per questo è sicuramente molto divertente.

Ma ci sono innumerevoli modi per giocare a poker online: partite a tavolo singolo da 6 a 9 giocatori, sfide testa a testa dette heads-up, fino ai tornei su più tavoli paralleli con dozzine, centinaia o addirittura migliaia di giocatori.

E ancora, tornei a eliminazione diretta o con possibilità di ReBuy (ovvero l’acquisto di una nuova iscrizione nel caso in cui si venga eliminati), tornei satellite che permettono ai vincitori di accedere a tornei con montepremi da migliaia di euro, ed anche partite che assegnano un premio per ogni avversario eliminato.

Le possibilità sono tantissime, e sono tutte altrettanto valide: dovete trovare la modalità che fa per voi a seconda del vostro stile di gioco: se ad esempio preferite giocare in modo cauto e riuscite a farlo per tempi prolungati, scegliete i tornei multitavolo con montepremi distribuito su più giocatori, oppure sulle partite a velocità normale invece che turbo.

Se al contrario vi riesce bene leggere gli avversari presenti al tavolo e volete giocare più partire, buttatevi sui sit and go da 6 giocatori a tavolo singolo.

Oggi, il poker online offre ad ogni giocatore la possibilità di esprimere il proprio stile nella maniera più congeniale, grazie alle tantissime opportunità presenti.

Ottavo consiglio: esercitatevi tanto

Esercizi di poker

Come in molte cose, nel poker è importante la teoria, ma ancor più la pratica e l’esperienza.

Per imparare a giocare a poker con profitto, è indispensabile giocare moltissime mani, mettere in pratica le varie strategie e riflettere attentamente sulle proprie giocate e sulla storia di gioco.

Naturalmente non c’è nessuna fretta, potete esercitarvi anche solo per poche partite a settimana: ci metterete probabilmente più tempo, ma comunque pian piano migliorerete e prima o poi i risultati nel poker online arriveranno.

L’importante è scegliere tavoli adatti al proprio livello di esperienza, come indicato nel sesto consiglio.

Giocate solo quando siete in condizioni di farlo, analizzate con cura le vostre giocate e soprattutto cercate di capire dove sbagliate e perché: questa infatti è l’unica via pratica per migliorare nel poker.

Nono consiglio: attenzione alla dipendenza da gioco

Dipendenza da gioco

È doveroso ricordare che anche il poker può portare a sviluppare una dipendenza dal gioco patologico.

Se avete avuto una storia in passato di dipendenza dal gioco, o se temete di incorrere in tale patologia, dovreste probabilmente evitare di giocare denaro al poker online, o per lo meno dovreste scegliere una poker room che permetta l’auto-regolamentazione e l’auto-limitazione del gioco.

Le poker room più serie mettono infatti a disposizione nei propri software di poker delle funzioni che aiutano il giocatore a limitare l’accesso al gioco o di non fargli superare determinate soglie di deposito.

Mi raccomando, Giocate responsabilmente.

Decimo ed ultimo consiglio: mantenete la concentrazione

Concentrazione nel poker

Questo è un consiglio di base, ma spesso anche i professionisti lo dimenticano.

Per vincere al poker, dovete rimanere concentrati.

La concentrazione è necessaria al tavolo da gioco, ovviamente, per evitare giocate di cui ci si pente nel corso stesso della mano.

Ma è necessario mantenere la concentrazione al massimo durante tutta la propria carriera di pokerista.

Sicuramente infatti capiteranno le bad beat, ovvero le brutte sconfitte, e potranno esserci periodi in cui, nonostante si giochi il proprio miglior poker, arrivi un periodo sfortunato che porta ad una sconfitta dopo l’altra, totalizzando perdite consistenti a causa della varianza negativa.

In questi casi è vitale non perdere la concentrazione ed evitare di andare in tilt, giocando mani kamikaze o tentando di recuperare le perdite iscrivendosi a tornei da cui altrimenti ci si sarebbe tenuti lontani.

Se riuscirete a rimanere concentrati, giocherete il vostro miglior poker: vincerete spesso se la fortuna vi aiuta e limiterete moltissimo le perdite quando la sorte rema contro.

Commenti:

Commenta