Il gioco è riservato ai maggiorenni e può causare ludopatia. Consulta le probabilità di vittoria sul sito del Concessionario o su AAMS.

Skin

Tutte le modalità del Poker alla Texana

Gioco poker texas hold'em Il Texas Hold’Em è la variante del poker più giocata in assoluto ma, a sua volta, può essere ancora classificato secondo mille varianti differenti, ognuna con precise regole (tutte comunque fondate sulle regole del Texas Hold’em di base).

Dal limite del piatto alla possibilità di rientrare una volta finite le chips, dai multitavolo all’heads up, ogni tipologia di gioco influenza notevolmente le strategie di gioco. Ecco dunque tutte le modalità di gioco che può assumere una “Texana”.


Ogni torneo sarà definito in base a una o più di queste specifiche caratteristiche: vediamo allora quali sono le principali modalità di gioco, e in base a cosa si suddividono.

Limite dei rilanci

Secondo questo parametro un torneo può essere:

Fix Limit. Nei giochi a limite fisso le puntate sono bloccate, il che significa che le “bettate” devono avere l’entità del piccolo o del grande buio, così come i rilanci (di solito massimo 3 per round di scommessa). Generalmente, quando rimangono al tavolo solo due persone, le puntate si sbloccano e il tavolo diventa no limit.

n.b.: i limit game richiedono una minore abilità psicologica (non avrebbe molto senso bluffare con i rilanci bloccati), rispetto ad una maggior valutazione matematica degli eventi.

Pot Limit. Le puntate e i rilanci non possono essere maggiori dell’ammontare del piatto al momento di dichiarare la propria mossa. Praticamente: se nel piatto ci sono 10€, il giocatore di turno può puntare qualsiasi somma compresa tra la puntata minima (di solito il grande buio) e 10€.

No Limit. È la modalità più diffusa in cui non si pone alcun limite alle puntate dei giocatori. Le uniche restrizioni sono quelle che vincolano la scommessa ad una somma pari almeno al grande buio.

Dotazione di fiches e modalità di eliminazione e rientro in gioco

Freeze Out. A tutti i giocatori viene consegnata la stessa quantità di chips e, una volta esaurite, si è eliminati dal torneo senza alcuna possibilità di rientro.

È decisamente la modalità più diffusa.

Re-Buy. Una volta esaurite le proprie fiches, ai giocatori è concesso di rientrare in gioco acquistandone una seconda dote – dello stesso importo di quella iniziale. Il Re-Buy ha un unico vincolo: può essere richiesto solo fino ad un determinato livello del torneo (ad esempio entro i primi 4 livelli, o entro le prime due ore di gioco ecc…).

Add-on. Il giocatore può richiedere – a fronte di un costo stabilito – un’aggiunta di chips al proprio stack. Praticamente come il re-buy, solo che non bisogna aver finito le fiches. È ammesso una sola volta e in un momento stabilito del torneo. Chi non ne usufruisce perde la possibilità di servirsene.

Double Stack. Gioco in cui le Chips in dotazione ad ogni giocatore sono maggiori rispetto ai tornei normali.

Double Chance. La dote di ciascun giocatore viene suddivisa in due parti uguali. La prima metà è subito a disposizione dei giocatori, la seconda potrà essere richiesta dal giocatore solo in una fase successiva, di solito entro un tempo massimo.

Knock out. È una particolare opzione che prevede una ricompensa  – ricavata da una piccola percentuale del buy-in – per l’eliminazione degli avversari. Una sorta di taglia corrisposta al giocatore che ne fa fuori un altro, indipendentemente dal piazzamento finale.

Velocità dei livelli:

Normale. I bui aumentano in modo graduale, un livello ogni 20-45 minuti (live) oppure 10 minuti (online). Il tempo disponibile per fare una mossa può andare dal minuto intero, online, fino a svariati minuti se si gioca live.

Turbo. Un livello molto più rapido dei tradizionali, in cui i livelli dei bui cambiano più velocemente (anche ogni 5 minuti). Anche il tempo disponibile per fare la propria mossa è ridotto, di solito tra i 10 e i 30 secondi.

Super Turbo. Ancora più veloci dei turbo, questa modalità viene giocata principalmente online. I livelli possono salire anche ogni 3 minuti.

Numero di partecipanti:

Single-table. I tornei a tavolo singolo, nel quale i partecipanti (generalmente 8/10) si sfidano per la vittoria finale. Il vincitore del tavolo è automaticamente il vincitore del torneo.

Multi-table. Conosciuti anche come MTT (Multi-Table Tournament), sono tornei che si svolgono su più di un tavolo. Andando avanti nel gioco, man mano che i giocatori vengono eliminati, il numero di tavoli diminuirà fino ad arrivare ad un tavolo finale in cui 10 giocatori si giocheranno la vittoria del torneo.

Sit&go. Sono definiti così i tornei che iniziano non appena si riempiono tutti i posti disponibili  (da 6 partecipanti fino a 90 o più). Possono essere sia a tavolo singolo che multi-tavolo.

Shoot out: si tratta di tornei multi tavolo nel quale, però, i giocatori non vengono spostati da un tavolo all’altro man mano che gli altri vengono eliminati, bensì continuano a giocare sino a che non rimangono solo i vincitori dei singoli tavoli. Questi ultimi si scontreranno poi su altri tavoli. Nelle varianti Double o Triple Shoot out bisogna vincere 2 o 3 tavoli per vincere il torneo.

Heads up.Torneo in cui gli scontri si consumano su tavoli formati da 2 giocatori. Chi vince resta e si scontra contro un altro vincitore, sempre uno contro uno, fino ad un ultimo heads up che stabilirà il vincitore del torneo.

6-max o Short Handed. Torneo multi-table chiamato anche 6-max proprio perché si gioca su tavoli formati al massimo da 6 giocatori.

Altre caratteristiche di gioco

Un ultimo cenno lo meritano i torni satellite, ossia tornei in cui il premio consiste nell’ingresso ad un altro torneo, spesso molto importante e con buy-in elevato.

E, per finire, i tornei a montepremi garantito, in cui la casa di gioco garantisce un montepremi di una certa entità, indipendente dal buy-in o dal numero dei partecipanti.

Commenti:

Commenta

[cm_ad_changer campaign_id=17]