Il gioco è riservato ai maggiorenni e può causare ludopatia. Consulta le probabilità di vittoria sul sito del Concessionario o su AAMS.

Come è nato il Texas Hold’em

Texas Hold'Em PokerIl poker alla texana: tutti lo conoscono, tutti ci giocano, tutti ne parlano. Sì, ma la storia? Com’è nato, quando? Perché? Le origini sono incerte, ma ci sono alcune curiosità molto interessanti.

Cerchiamo di scoprirle con un breve tuffo nel passato. Siamo in Persia, XIV secolo, tra la popolazione dell’epoca impazza un gioco in che prevede l’uso di 20 carte e si gioca in 4 giocatori. I punti previsti sono coppia, tris e colore. Il nome del gioco sembra sia As-Nas. Stop. Questo è quanto tramandano gli storici sulle origini della nostra amata texana.

Anzi, no. Siamo in Francia, è il XVIII secolo e gli uomini si sfidano in accesissime partite a Poque con un mazzo di 20 carte composto di soli dieci, jack, donne, re e assi. Il nome del gioco sembri derivi dalla parola francese Pocher, ingannare, parola che, portata in Lousiana dai coloni francesi, perde la morbidezza della lingua dei nostri cugini d’oltralpe e diventa Poker, si diffonde nel west e arriva sino a noi.

| | | Next → | Tutto

Commenti:

Commenta